Testimonianza di Gianna

Testimonianza di Gianna 

Ho una stupenda famiglia a cui il Signore ha voluto donare tre figli stupendi. Purtroppo come spesso accade uno di questi figli è risultato più fragile degli altri e ha iniziato a frequentare amicizie sbagliate e ad avere comportamenti tali che lo hanno indotto ad avere problemi anche legali che lo hanno portato a lasciare l’Italia e ad andare a Londra, dove viveva e lavorava con l’intenzione di non rientrare a casa in quanto aveva la paura che, per un iter amministrativo legato a sue situazioni pregresse gli avrebbero bloccato i documenti e quindi l’espatrio.

Come mamma, che nel frattempo avevo subito un intervento chirurgico importante, non riuscivo ad accettare tale situazione e che spesso mi portava a colpevolizzarmi e anche se chiedevo a mio figlio di sistemare il tutto lui mi rispondeva di no che aveva paura a tornare.

Ho iniziato a chiedere quindi aiuto anche ai fratelli e mi sono sempre sentita rispondere: – Dio ti Ama e ascolterà il grido del povero –  ma non comprendevo cosa il Signore volesse dirmi.

Le mie preghiere sembravano vane, benché mi sforzassi di donare questa situazione al Signore non ci riuscivo perché la mia umanità mi portava poi a cercare di risolvere tutto con le mie forze.

Al ritiro degli iniziatori della Comunità, avvenuto a Settembre del 2016, a Norma durante la preghiera ho sentito forte nel cuore “donami tuo figlio”, allora ho capito che Gesù stesso me lo chiedeva e stavolta ho fatto quanto mi aveva chiesto.

Sembrava però che anche stavolta non sarebbe successo nulla ed invece a dicembre ricevo una telefonata da mio figlio mi comunicava che per Natale sarebbe rientrato in Italia. Grazie Gesù perché mantieni sempre le promesse.

Gianna