«Abramo, vostro padre, esultò nella speranza di vedere il mio giorno».

Giovedì V settimana di Quaresima
«Abramo, vostro padre, esultò nella speranza di vedere il mio giorno».
strong>Dal Vangelo secondo Giovanni (Gv 8,51-59)
In quel tempo, Gesù disse ai Giudei: «In verità, in verità io vi dico: se uno osserva la mia parola, non vedrà la morte in eterno». Gli dissero allora i Giudei: «Ora sappiamo che sei indemoniato. Abramo è morto, come anche i profeti, e tu dici: “Se uno osserva la mia parola, non sperimenterà la morte in eterno”. Sei tu più grande del nostro padre Abramo, che è morto? Anche i profeti sono morti. Chi credi di essere?».
Rispose Gesù: «Se io glorificassi me stesso, la mia gloria sarebbe nulla. Chi mi glorifica è il Padre mio, del quale voi dite: ”È nostro Dio!”, e non lo conoscete. Io invece lo conosco. Se dicessi che non lo conosco, sarei come voi: un mentitore. Ma io lo conosco e osservo la sua parola. Abramo, vostro padre, esultò nella speranza di vedere il mio giorno; lo vide e fu pieno di gioia».
Allora i Giudei gli dissero: «Non hai ancora cinquant’anni e hai visto Abramo?». Rispose loro Gesù: «In verità, in verità io vi dico: prima che Abramo fosse, Io Sono».
Allora raccolsero delle pietre per gettarle contro di lui; ma Gesù si nascose e uscì dal tempio.
^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^
Gesù presentava il regno di Dio che è giustizia, verità e amore, e non potere. Affermava che lui e il Padre sono una cosa sola, che prima che Abramo fosse, Egli era. Allora i capi si turavano le orecchie, urlavano contro di lui, non volevano sentire ragione, non interessava loro se ciò che egli diceva era vero oppure no, avevano già deciso: doveva morire e basta! Pensavano che uccidendolo avrebbero risolto il problema. Invece con la morte di Gesù è iniziato il suo trionfo.
Gesù è l’uomo nuovo che fa nuove tutte le cose (Ap. 21,5). L’elemento assolutamente nuovo è la relazione essenziale d’amore, basata sulla partecipazione della vita stessa di Dio, per cui si è figli di Dio. Gli uomini, uniti dalla stessa vita divina, sono un nuovo popolo, formano una nuova società, quella del gratuito, Dando origine ad una nuova civiltà, quella dell’amore.
Lo Spirito del Signore stimola e sviluppa la nostra conformità a Cristo, opera perché al posto dell’uomo vecchio si sviluppi l’uomo nuovo, Cristo Gesù. Lo Spirito del Signore opera perché in conseguenza del rinnovamento interiore della conversione a Cristo, realizziamo nuovi modelli di vita.