«Chi non è con me è contro di me».

Giovedì III Settimana di Quaresima
«Chi non è con me è contro di me».
Dal Vangelo secondo Luca (Lc 11,14-23)
In quel tempo, Gesù stava scacciando un demonio che era muto. Uscito il demonio, il muto cominciò a parlare e le folle furono prese da stupore. Ma alcuni dissero: «È per mezzo di Beelzebùl, capo dei demòni, che egli scaccia i demòni». Altri poi, per metterlo alla prova, gli domandavano un segno dal cielo.
gli, conoscendo le loro intenzioni, disse: «Ogni regno diviso in se stesso va in rovina e una casa cade sull’altra. Ora, se anche satana è diviso in se stesso, come potrà stare in piedi il suo regno? Voi dite che io scaccio i demòni per mezzo di Beelzebùl. Ma se io scaccio i demòni per mezzo di Beelzebùl, i vostri figli per mezzo di chi li scacciano? Per questo saranno loro i vostri giudici. Se invece io scaccio i demòni con il dito di Dio, allora è giunto a voi il regno di Dio.
Quando un uomo forte, bene armato, fa la guardia al suo palazzo, ciò che possiede è al sicuro. Ma se arriva uno più forte di lui e lo vince, gli strappa via le armi nelle quali confidava e ne spartisce il bottino.
Chi non è con me è contro di me, e chi non raccoglie con me, disperde».
^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^
Alcune persone vedono che Gesù opera miracoli, che la gente gli va dietro in un numero crescente. Rimangono senza parole quando vedono che Gesù scaccia i demoni. Per invidia perdono la testa e arrivano a dire che è il capo dei demoni che da il potere a Gesù di scacciare i demoni! E’ assurdo!
Chi rifiuta Cristo si condanna da solo, perché si pone deliberatamente fuori da quella vita che immette in Dio per sempre.
Il Signore ti da la sua vita attraverso il Figlio suo, ti riempie del suo amore, ti rende suo figlio ed è lui la risposta di tutta la tua vita. Nella misura in cui tu rifiuti quella relazione, rifiuti la vita, ti mantieni separato, nell’odio, nell’invidia, nella gelosia. Tu sei fatto per la vita e la vita è venuta in mezzo a noi, si è resa visibile. Cristo è il nostro Salvatore, l’unico vero Salvatore. Mettiti in relazione con Cristo e canterai il canto della vita! Sentirai quasi vergogna nell’aver sempre preteso dei diritti anziché fonderti in un amore che paga.