«Riceverete in questo tempo cento volte tanto insieme a persecuzioni, e la vita eterna nel tempo che verrà».

Martedì VIII Settimana del Tempo Ordinario
Dal Vangelo secondo Marco (Mc 10,28-31)
In quel tempo, Pietro prese a dire a Gesù: «Ecco, noi abbiamo lasciato tutto e ti abbiamo seguito». Gesù gli rispose: «In verità io vi dico: non c’è nessuno che abbia lasciato casa o fratelli o sorelle o madre o padre o figli o campi per causa mia e per causa del Vangelo, che non riceva già ora, in questo tempo, cento volte tanto in case e fratelli e sorelle e madri e figli e campi, insieme a persecuzioni, e la vita eterna nel tempo che verrà. Molti dei primi saranno ultimi e gli ultimi saranno primi».
^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^
Pietro a chiesto a Gesù: «Noi abbiamo lasciato tutto per seguirti, cosa ne otterremo?» Gesù garantisce il centuplo a chi, per amore di lui, a causa di lui e del Vangelo, lascia se stesso per appartenere solo a lui e ai fratelli, a partire dai poveri. Chi seguirà Gesù in questo modo, avrà cento volte tanto in case e fratelli e sorelle e madri e figli e campi.
Quanto più tu doni gratuitamente, tanto più ricevi.
Continua a dare la vita, a dare l’amore gratuito: ama per primo, ama gratuitamente, ama senza chiedere risposta. Ama perché sei amore, ama anche di amore inutile, e lì raggiungi la pienezza. Dio allora può abitare totalmente in te.
Finché avrai un tuo diritto, non avrai mai la risposta ai tuoi diritti! Quando non ne avrai più nessuno, avrai il centuplo in questa vita, e la vita eterna. Cristo è una cosa seria e ci da la vita vera, completa. totale