«Guardatevi dal lievito dei farisei e dal lievito di Erode».

VI Settimana del Tempo Ordinario
Dal Vangelo secondo Marco (Mc 8,14-21)
In quel tempo, i discepoli avevano dimenticato di prendere dei pani e non avevano con sé sulla barca che un solo pane. Allora Gesù li ammoniva dicendo: «Fate attenzione, guardatevi dal lievito dei farisei e dal lievito di Erode!». Ma quelli discutevano fra loro perché non avevano pane. Si accorse di questo e disse loro: «Perché discutete che non avete pane? Non capite ancora e non comprendete? Avete il cuore indurito? Avete occhi e non vedete, avete orecchi e non udite? E non vi ricordate, quando ho spezzato i cinque pani per i cinquemila, quante ceste colme di pezzi avete portato via?». Gli dissero: «Dodici». «E quando ho spezzato i sette pani per i quattromila, quante sporte piene di pezzi avete portato via?». Gli dissero: «Sette». E disse loro: «Non comprendete ancora?».
^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^
I discepoli di Gesù erano rimasti ciechi: avevano visto due moltiplicazioni dei pani ma erano rimasti fermi al pane moltiplicato e non avevano riconosciuto colui che stava dietro la moltiplicazione. Gesù li richiama a riconoscere chi hanno davanti a se: il figlio del Dio vivente!
Anche oggi la preoccupazione del pane che manca e la paura che venga a mancare acceca il cuore degli uomini. In tal modo Gesù viene messo da parte, non si cura la relazione con Dio, non si vuole capire: «Cercate il regno di Dio e la sua giustizia e il resto vi sarà dato in aggiunta» (Mt. 6,33). Ci si ferma alla domanda: «Che cosa mangeremo, che cosa vestiremo?» (Mt (6,31). La vita nuova integrale in Cristo è risposta sicura all’uomo che vive fuori di Cristo.
Oggi la tua decisione! Se credi pienamente in Gesù sarai salvo!