«Convertitevi e credete nel Vangelo»

Lunedì Settimana del Tempo Ordinario
Dal Vangelo secondo Marco (Mc 1,14-20)
Dopo che Giovanni fu arrestato, Gesù andò nella Galilea, proclamando il vangelo di Dio, e diceva: «Il tempo è compiuto e il regno di Dio è vicino; convertitevi e credete nel Vangelo».
Passando lungo il mare di Galilea, vide Simone e Andrea, fratello di Simone, mentre gettavano le reti in mare; erano infatti pescatori. Gesù disse loro: «Venite dietro a me, vi farò diventare pescatori di uomini». E subito lasciarono le reti e lo seguirono.
Andando un poco oltre, vide Giacomo, figlio di Zebedèo, e Giovanni suo fratello, mentre anch’essi nella barca riparavano le reti. Subito li chiamò. Ed essi lasciarono il loro padre Zebedèo nella barca con i garzoni e andarono dietro a lui.
^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^
Affascinati da Gesù, i discepoli lo scelsero come lui li aveva scelti. Videro che in Gesù c’era tutto quello cui il loro cuore aspirava. Anche noi vivendo per Cristo, con Cristo, in Cristo, troviamo in lui la nostra pienezza. Non potremmo vivere per Cristo se Cristo non vivesse per noi. Gesù vive per me, per te, per noi: noi gli stiamo a cuore. Dio vede in me, in te, quello che non può vedere chi non  ama infinitamente come lui.
Noi abbiamo bisogno di entrare nel cuore di Dio per “stravedere” in lui.
Avvolti nell’amore che Gesù ha per noi, lasciamoci coinvolgere da questo modo di essere di Dio nei nostri confronti e viviamo in lui, non solo per lui.