«Ci visiterà un sole che sorge dall’alto».

Lunedì  IV Settimana di Avvento
Dal Vangelo secondo Luca (Lc 1,67-79)
In quel tempo, Zaccarìa, padre di Giovanni, fu colmato di Spirito Santo e profetò dicendo:

«Benedetto il Signore, Dio d’Israele,
perché ha visitato e redento il suo popolo,
e ha suscitato per noi un Salvatore potente
nella casa di Davide, suo servo,
come aveva detto
per bocca dei suoi santi profeti d’un tempo:
salvezza dai nostri nemici,
e dalle mani di quanti ci odiano.
Così egli ha concesso misericordia ai nostri padri
e si è ricordato della sua santa alleanza,
del giuramento fatto ad Abramo, nostro padre,
di concederci, liberati dalle mani dei nemici,
di servirlo senza timore, in santità e giustizia
al suo cospetto, per tutti i nostri giorni.
E tu, bambino, sarai chiamato profeta dell’Altissimo
perché andrai innanzi al Signore a preparargli le strade,
per dare al suo popolo la conoscenza della salvezza
nella remissione dei suoi peccati.
Grazie alla tenerezza e misericordia del nostro Dio,
ci visiterà un sole che sorge dall’alto,
per risplendere su quelli che stanno nelle tenebre
e nell’ombra di morte,
e dirigere i nostri passi
sulla via della pace».
^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^
«Servire Dio in santità e giustizia»; servire Dio in questa vita vuol dire essere di lui, per goderlo nell’altra vita, in paradiso; ma il futuro è già qui nel presente, perché noi abbiamo già un piede in paradiso; anzi, è proprio quel piede in paradiso che ci fa tenere i piedi ben piantati sulla terra, non è l’opposto! Però bisogna stare attenti: a volte anziché servire Cristo, ci serviamo di Cristo per prendere gloria gli uni dagli altri.
Tutti siamo chiamati da Dio alla santità. La santificazione è diventare quello che siamo in virtù del battesimo: figli di Dio, santi e immacolati in una progressione continua nell’essere a immagine e somiglianza di Dio.
Basta con la mediocrità delle chiacchiere, dei discorsi, delle liti, dei piccoli egoismi, delle spartizioni più o meno larvate di potere e di denaro.
Non dobbiamo dormire sul peccato e sulle ingiustizie. Ciò che preme è la santificazione, è il bene. Il Regno di Dio è troppo importante su questa terra! Camminiamo in santità e giustizia di vita!