«Chi non rinunzia a tutti i suoi averi, non può essere mio discepolo».

Mercoledì XXXI settimana del tempo ordinario
Dal Vangelo secondo Luca (Lc 14,25-33)
In quel tempo, una folla numerosa andava con Gesù. Egli si voltò e disse loro:
«Se uno viene a me e non mi ama più di quanto ami suo padre, la madre, la moglie, i figli, i fratelli, le sorelle e perfino la propria vita, non può essere mio discepolo. Colui che non porta la propria croce e non viene dietro a me, non può essere mio discepolo.
Chi di voi, volendo costruire una torre, non siede prima a calcolare la spesa e a vedere se ha i mezzi per portarla a termine? Per evitare che, se getta le fondamenta e non è in grado di finire il lavoro, tutti coloro che vedono comincino a deriderlo, dicendo: “Costui ha iniziato a costruire, ma non è stato capace di finire il lavoro”.
Oppure quale re, partendo in guerra contro un altro re, non siede prima a esaminare se può affrontare con diecimila uomini chi gli viene incontro con ventimila? Se no, mentre l’altro è ancora lontano, gli manda dei messaggeri per chiedere pace.
Così chiunque di voi non rinuncia a tutti i suoi averi, non può essere mio discepolo».
^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^
Non si può seguire Gesù solo per emozione, bisogna seguire Gesù per conversione.
La vita spirituale è una cosa estremamente seria: è una realtà che io non posso dare per scontata ma che devo amministrare, che devo veramente prendere di petto, affermando: «Ho un progetto e questo progetto io lo voglio realizzare!». Quando si va a fondo così nel Signore, il peccato necessariamente scompare e anche le situazioni di peccato non tolleri, ma in modo o in altro lo risolvi. Allora spunta la vita, la gioia!
Il malessere che c’è nelle comunità cristiane è dovuto ad una mancanza di progettazione per il cammino di santificazione perché il nostro cuore sta bene solo se riposa in Dio e se è nella sua pienezza. Per raggiungere questa pienezza io devo fare un progetto esecutivo e vedere metodologicamente quali sono i passi che devo fare per l’attuazione della mia conformità a Gesù!