«A chiunque fu dato molto, molto sarà chiesto».

Mercoledì XXIX Settimana del Tempo Ordinario
Dal Vangelo secondo Luca (Lc 12,39-48)
In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «Cercate di capire questo: se il padrone di casa sapesse a quale ora viene il ladro, non si lascerebbe scassinare la casa. Anche voi tenetevi pronti perché, nell’ora che non immaginate, viene il Figlio dell’uomo».
Allora Pietro disse: «Signore, questa parabola la dici per noi o anche per tutti?». Il Signore rispose: «Chi è dunque l’amministratore fidato e prudente, che il padrone metterà a capo della sua servitù per dare la razione di cibo a tempo debito? Beato quel servo che il padrone, arrivando, troverà ad agire così. Davvero io vi dico che lo metterà a capo di tutti i suoi averi.
Ma se quel servo dicesse in cuor suo: “Il mio padrone tarda a venire” e cominciasse a percuotere i servi e le serve, a mangiare, a bere e a ubriacarsi, il padrone di quel servo arriverà un giorno in cui non se l’aspetta e a un’ora che non sa, lo punirà severamente e gli infliggerà la sorte che meritano gli infedeli.
Il servo che, conoscendo la volontà del padrone, non avrà disposto o agito secondo la sua volontà, riceverà molte percosse; quello invece che, non conoscendola, avrà fatto cose meritevoli di percosse, ne riceverà poche.
A chiunque fu dato molto, molto sarà chiesto; a chi fu affidato molto, sarà richiesto molto di più».
^^^^^^^^^^^^^^^^^^^
Il Regno di Dio si può realizzare nella Chiesa Cattolica. La chiesa ha la possibilità di fare nuova la scuola. In che modo? Il passo della nuova scuola deve essere segnato dal cieco e dallo zoppo. La tentazione dei cattolici è di impossessarsi della scuola senza farla nuova, sostituendo un potere a un altro.
Noi possiamo fare nuovo il mondo del lavoro; la tentazione in cui si può incappare è di possedere noi il lavoro, sostituendo un potere all’altro senza fare nuovo il mondo del lavoro.
Noi possiamo rinnovare la politica, la tentazione è di prendere più potere in mano senza rinnovarlo. Allora si cadrebbe nel ruolo dell’amministratore infedele.
Il Signore si serve dei poveri come sacramento speciale per salvare la sua Chiesa che continuamente è tentata dalle tentazioni del mondo di correre dietro a ciò che non è essenziale. E Chiesa siamo tutti noi: là dove un cristiano viene meno, lì viene meno la Chiesa.