«Ecco lo sposo! Andategli incontro!»

Giovedì XVIII Settimana del Tempo Ordinario – Santa Teresa Benedetta della Croce patrona d’Europa

Dal Vangelo secondo Matteo (Mt 25,1-13)

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli questa parabola:
«Il regno dei cieli sarà simile a dieci vergini che presero le loro lampade e uscirono incontro allo sposo. Cinque di esse erano stolte e cinque sagge; le stolte presero le loro lampade, ma non presero con sé l’olio; le sagge invece, insieme alle loro lampade, presero anche l’olio in piccoli vasi. Poiché lo sposo tardava, si assopirono tutte e si addormentarono.
A mezzanotte si alzò un grido: “Ecco lo sposo! Andategli incontro!”. Allora tutte quelle vergini si destarono e prepararono le loro lampade. Le stolte dissero alle sagge: “Dateci un po’ del vostro olio, perché le nostre lampade si spengono”. Le sagge risposero: “No, perché non venga a mancare a noi e a voi; andate piuttosto dai venditori e compratevene”.
Ora, mentre quelle andavano a comprare l’olio, arrivò lo sposo e le vergini che erano pronte entrarono con lui alle nozze, e la porta fu chiusa. Più tardi arrivarono anche le altre vergini e incominciarono a dire: “Signore, signore, aprici!”. Ma egli rispose: “In verità io vi dico: non vi conosco”.
Vegliate dunque, perché non sapete né il giorno né l’ora».

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

La sapienza di Dio è il modo di vedere le cose secondo Dio, perché solo Dio conosce tutta la realtà, solo Dio conosce i poveri, solo Dio conosce l’altro. Nella misura in cui il modo di conoscere di Dio entra nel tuo modo di conoscere e tu non ragioni più alla moda degli uomini, ma secondo Dio, tu gusti tutta la realtà e la fai gustare anche agli altri.
Ma come si ottiene questo? Con il lavoro interiore mediante il quale il Signore ti mostra la sua luce e poi subito ti dici: «Come devo cambiare?», per conoscere la sapienza di Dio bisogna morire a se stessi! Quanta gente vive per tutta la vita lamentandosi: non ha cambiato niente, ha soltanto chiesto che gli altri cambino, ma loro non sono mai cambiati. Quanta gente è sempre arrabbiata sempre con la morte dietro le spalle, sempre da ridire, mai un sorriso. Con la mancanza di sapienza si riduce l’altro ad uno strumento: se ti serve lo tieni, se non ti serve lo butti via, ma allora la tua vita è  veramente piccola. Credi di vivere ma non vivi!
Senti il bisogno di far conoscenza della verità, di conoscere il pensiero del Signore e andare in profondità nella ricerca di lui?