Seguimi.

Lunedì XIII Settimana del Tempo Ordinario

Dal Vangelo secondo Matteo (Mt 8,18-22)

In quel tempo, vedendo la folla attorno a sé, Gesù ordinò di passare all’altra riva.
Allora uno scriba si avvicinò e gli disse: «Maestro, ti seguirò dovunque tu vada». Gli rispose Gesù: «Le volpi hanno le loro tane e gli uccelli del cielo i loro nidi, ma il Figlio dell’uomo non ha dove posare il capo». E un altro dei suoi discepoli gli disse: «Signore, permettimi di andare prima a seppellire mio padre». Ma Gesù gli rispose: «Seguimi, e lascia che i morti seppelliscano i loro morti».

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

Anche noi abbiamo detto al Signore questa parola: «Io ti seguirò ovunque tu andrai». Ciascuno di noi provi a vedere quando l’ha detto consapevolmente: è tutta la vita che cambia! Solo che il Signore dà subito allo scriba una bella risposta: «Va bene, guarda però che io stasera non so dove andare a dormire! Le volpi hanno le loro tane, gli uccelli del cielo il loro nido, ma io non so dove posare il capo». Lo scriba gli aveva detto: «Signore, io verrò con te ovunque tu vada», e il Signore gli ha dato un bel saluto! La risposta profonda è: «Signore, a me piace stare con te che non sai dove andare a dormire!».
La cosa importante è dire: «Signore io voglio stare con te, mi piace stare con te».  La vita è tanto breve: cerca ciò che non finisce mai! – Amen