«Con quale autorità fai queste cose?».

Sabato VIII Settimana del Tempo Ordinario

Dal Vangelo secondo Marco (Mc 11,27-33)

In quel tempo, Gesù e i suoi discepoli andarono di nuovo a Gerusalemme. E, mentre egli camminava nel tempio, vennero da lui i capi dei sacerdoti, gli scribi e gli anziani e gli dissero: «Con quale autorità fai queste cose? O chi ti ha dato l’autorità di farle?».
Ma Gesù disse loro: «Vi farò una sola domanda. Se mi rispondete, vi dirò con quale autorità faccio questo. Il battesimo di Giovanni veniva dal cielo o dagli uomini? Rispondetemi». Essi discutevano fra loro dicendo: «Se diciamo: “Dal cielo”, risponderà: “Perché allora non gli avete creduto?”. Diciamo dunque: “Dagli uomini”?». Ma temevano la folla, perché tutti ritenevano che Giovanni fosse veramente un profeta. Rispondendo a Gesù dissero: «Non lo sappiamo». E Gesù disse loro: «Neanche io vi dico con quale autorità faccio queste cose».

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

Gli anziani e i sommi sacerdoti in delegazione erano arrabbiati e chiesero a Gesù che stava insegnando nel tempio: «Chi ti ha autorizzato ad insegnare? Quale autorità hai per fare questo?». Gesù non rispose alla loro domanda perché essendo capi religiosi avrebbero dovuto essere in grado di discernere, ma in realtà volevano fare i furbi e nel loro cuore avevano già deciso di ucciderlo.
Quanti modi di parlare, di giudicare, non sono ricerca di verità, ma vogliono solo mascherare la vera intenzione di fare fuori chi dà fastidio! Quanti svincolamenti si fanno, quando praticamente abbiamo già deciso di scegliere secondo le leggi del mondo che si mascherano mettendoci sopra una scelta di Dio che in realtà non c’è.
Per accettare la sapienza di Dio bisogna fare la verità dentro di noi! Ma dove prendere la forza per fare la verità, per dire la verità, per essere verità? Da Gesù che ci ha uniti misteriosamente ma profondamente a lui. Gesù ha detto: «Io sono la via, la verità, la vita». In altre parole Gesù ti dice: «Io non ti do la verità, io sono la verità. Se vuoi essere vero devi avere una profonda relazione vitale con me». Allora senti che diventi vero come lui, Gesù. – Amen