«Siano una cosa sola, come noi».

Mercoledì VII Settimana di Pasqua

Dal Vangelo secondo Giovanni (Gv 17, 11b-19)

In quel tempo, [Gesù, alzàti gli occhi al cielo, pregò dicendo]:
«Padre santo, custodiscili nel tuo nome, quello che mi hai dato, perché siano una sola cosa, come noi.
Quand’ero con loro, io li custodivo nel tuo nome, quello che mi hai dato, e li ho conservati, e nessuno di loro è andato perduto, tranne il figlio della perdizione, perché si compisse la Scrittura. Ma ora io vengo a te e dico questo mentre sono nel mondo, perché abbiano in se stessi la pienezza della mia gioia. Io ho dato loro la tua parola e il mondo li ha odiati, perché essi non sono del mondo, come io non sono del mondo.
Non prego che tu li tolga dal mondo, ma che tu li custodisca dal Maligno. Essi non sono del mondo, come io non sono del mondo. Consacrali nella verità. La tua parola è verità. Come tu hai mandato me nel mondo, anche io ho mandato loro nel mondo; per loro io consacro me stesso, perché siano anch’essi consacrati nella verità».

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

Come Gesù, noi siamo nel mondo ma non siamo del mondo, non gli apparteniamo, perché siamo creature nuove. Chi è la creatura nuova? E’ l’Emmanuele, Dio-uomo. Questa è la novità, unica e assoluta, che Cristo ha portato. Nel Battesimo sei già immerso in Cristo, lascia dunque che lui ti possegga, entra in relazione vitale con lui! Solo così tu sei nel mondo, ma non del mondo.
Nella misura in cui non sei del mondo e non hai più nulla a cui attaccarti, né la casa, né l’armadio, né le sicurezze bancarie, né la sicurezza delle professioni, né la sicurezza delle pensioni che verranno, tu sentirai che in questo mondo non hai più nulla ma hai soltanto il tuo Dio col quale ti incontri e che tu ami, allora sarai libero, sarai totalmente immerso nel mondo, eppure pur essendo nel mondo vivrai nel tuo cuore un’altra misura e un’altra dimensione! Sarai attentissimo al mondo ma nel medesimo tempo non sarai del mondo e la presenza di Dio si comunicherà attraverso te! – Amen