«Questo vi comando: che vi amiate gli uni gli altri».

Venerdì V settimana di Pasqua

Dal Vangelo secondo Giovanni (Gv 15,12-17)

In quel tempo, disse Gesù ai suoi discepoli:
«Questo è il mio comandamento: che vi amiate gli uni gli altri come io ho amati voi. Nessuno ha un amore più grande di questo: dare la sua vita per i propri amici.
Voi siete miei amici, se fate ciò che io vi comando. Non vi chiamo più servi, perché il servo non sa quello che fa il suo padrone; ma vi ho chiamati amici, perché tutto ciò che ho udito dal Padre mio l’ho fatto conoscere a voi.
Non voi avete scelto me, ma io ho scelto voi e vi ho costituiti perché andiate e portiate frutto e il vostro frutto rimanga; perché tutto quello che chiederete al Padre nel mio nome, ve lo conceda. Questo vi comando: che vi amiate gli uni gli altri».

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

«Non voi avete scelto me, ma io ho scelto voi». La mia vita è già nascosta in Cristo e si rivela nella mia esistenza gradatamente, in un crescendo che parte dal fondamento: «Cristo, tu mi hai scelto ed io ti ho scelto».
Da cosa si capisce che è vera scelta? Dal fatto che tutta la vita viene vissuta alla sua luce, tutte le scelte vengono fatte insieme a lui, in tutte le situazioni si ha lui come punto di riferimento. Ciò parte dal fatto che Gesù è Dio, che si è fatto uomo ed è venuto in mezzo a noi e l’amore che Dio ha per noi e rispondiamo a questo amore accettandolo senza condizioni, senza tentennamenti, senza pentimenti, senza regressioni; è vera scelta: Ciò che regge nell’esistenza è solo questa scelta: a volte è gioiosa, affascinante, altre volte amara, a volte è incomprensibile però è quella scelta definitiva che fa esplodere la nostra esistenza. Abbiamo bisogno di una vita gioiosamente decisa per Cristo Signore! – Amen