«Andate in tutto il mondo e proclamate il vangelo».

Sabato fra l’Ottava di Pasqua

Dal Vangelo secondo Marco (Mc 16,9-15)

Risorto al mattino, il primo giorno dopo il sabato, Gesù apparve prima a Maria di Màgdala, dalla quale aveva scacciato sette demòni. Questa andò ad annunciarlo a quanti erano stati con lui ed erano in lutto e in pianto. Ma essi, udito che era vivo e che era stato visto da lei, non credettero.
Dopo questo, apparve sotto altro aspetto a due di loro, mentre erano in cammino verso la campagna. Anch’essi ritornarono ad annunciarlo agli altri; ma non credettero neppure a loro.
Alla fine apparve anche agli Undici, mentre erano a tavola, e li rimproverò per la loro incredulità e durezza di cuore, perché non avevano creduto a quelli che lo avevano visto risorto. E disse loro: «Andate in tutto il mondo e proclamate il Vangelo a ogni creatura».

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

Il comando di Gesù: «Andate….. proclamate il Vangelo ……» non è più un comando, ma è un bisogno prepotente del cuore: Una forza particolare, che ci viene dallo Spirito Santo, ci spinge: «Portate Gesù al mondo per fare di Gesù il cuore del mondo».
Non tenete per voi soli il tesoro di Dio: quando uno è guarito da una malattia con una medicina e trova altri malati, dice loro subito: «Prova, questa è buona, vedrai!».
Fare di Cristo il cuore del mondo: questo è il programma, con Maria che vi è vicina, vicina. Amen