«Se il Figlio vi farà liberi, sarete liberi davvero».

Mercoledì V Settimana di Quaresima

Dal Vangelo secondo Giovanni (Gv 8,31-42)

In quel tempo, Gesù disse a quei Giudei che gli avevano creduto: «Se rimanete nella mia parola, siete davvero miei discepoli; conoscerete la verità e la verità vi farà liberi». Gli risposero: «Noi siamo discendenti di Abramo e non siamo mai stati schiavi di nessuno. Come puoi dire: “Diventerete liberi”?».
Gesù rispose loro: «In verità, in verità io vi dico: chiunque commette il peccato è schiavo del peccato. Ora, lo schiavo non resta per sempre nella casa; il figlio vi resta per sempre. Se dunque il Figlio vi farà liberi, sarete liberi davvero. So che siete discendenti di Abramo. Ma intanto cercate di uccidermi perché la mia parola non trova accoglienza in voi. Io dico quello che ho visto presso il Padre; anche voi dunque fate quello che avete ascoltato dal padre vostro».
Gli risposero: «Il padre nostro è Abramo». Disse loro Gesù: «Se foste figli di Abramo, fareste le opere di Abramo. Ora invece voi cercate di uccidere me, un uomo che vi ha detto la verità udita da Dio. Questo, Abramo non l’ha fatto. Voi fate le opere del padre vostro».
Gli risposero allora: «Noi non siamo nati da prostituzione; abbiamo un solo padre: Dio!». Disse loro Gesù: «Se Dio fosse vostro padre, mi amereste, perché da Dio sono uscito e vengo; non sono venuto da me stesso, ma lui mi ha mandato».

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

«Conoscerete la verità e la verità vi farà liberi». Ma prima devi demolirti nel tuo inganno e diventare trasparente alla verità in modo che la verità trionfi e ti renda libero!
Quando si ha un cuore puro, non tortuoso, non ingannevole, non subdolo, non ipocrita, non falso, ma trasparente alla verità e quando si segue Gesù che è nostra verità e si è veri perché si è con lui che è vero, allora si sente che quello corrisponde alla nostra vera identità, siamo noi veramente.
Quando tu senti che ami come ama Dio, non pretendendo nulla per te ma amando per primo, tutti, sempre, con la bontà nel cuore, hai facilmente il sorriso sul volto, perché quando tu ami e non sei incapsulato in te stesso non ti distruggi da solo, ma fai venire fuori il mondo di Dio che è dentro di te perché questo mondo esploda in pieno. Ed ecco allora, fratelli miei, l’umanità nuova di Cristo.
San Paolo dice: «Chiunque è in Cristo è creatura nuova». Voglia il Signore liberarci! – Amen