«Giuseppe fece come gli aveva ordinato l’angelo del Signore».

Lunedì San Giuseppe sposo della B.V. Maria

Dal Vangelo secondo Matteo (Mt 1,16.18-21.24)

Giacobbe generò Giuseppe, lo sposo di Maria, dalla quale è nato Gesù, chiamato Cristo. Così fu generato Gesù Cristo: sua madre Maria, essendo promessa sposa di Giuseppe, prima che andassero a vivere insieme si trovò incinta per opera dello Spirito Santo. Giuseppe suo sposo, poiché era uomo giusto e non voleva accusarla pubblicamente, pensò di ripudiarla in segreto. Mentre però stava considerando queste cose, ecco, gli apparve in sogno un angelo del Signore e gli disse: «Giuseppe, figlio di Davide, non temere di prendere con te Maria, tua sposa. Infatti il bambino che è generato in lei viene dallo Spirito Santo; ella darà alla luce un figlio e tu lo chiamerai Gesù: egli infatti salverà il suo popolo dai suoi peccati». Quando si destò dal sonno, Giuseppe fece come gli aveva ordinato l’angelo del Signore.

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

Maria diventa madre per intervento dello Spirito Santo nel periodo tra la firma del contratto matrimoniale e l’introduzione della sposa nella casa dello sposo. Giuseppe che viveva secondo la legge di Dio, non poteva riconoscere come suo il bimbo che Maria aveva nel seno. Mentre vive in questa sofferenza il Signore gli manda un suo messaggero che gli svela direttamente l’avvenimento misterioso: il bimbo che Maria porta in seno è stato generato per intervento dello Spirito Santo. Il figlio che lei partorirà è il Messia. Giuseppe gli darà il nome di «Gesù», cioè salvatore, perché salverà il suo popolo dai suoi peccati. Gesù dice: «Io sono venuto a liberarvi, sono il liberatore, io il Salvatore. Entro dentro la vostra storia; il vostro peccato è diventato il mio perché io sono diventato un uomo». Il nostro problema è di sperimentare la salvezza di Cristo, non di imparare a memoria che Cristo è il Salvatore, ma di sperimentare che lui ci salva. Il problema nostro è di vivere, di sentire che lui, come dice S. Paolo ci ha trasferiti dalle tenebre al suo regno di luce.– Amen