«Gesù, tentato da satana, è servito dagli angeli».

I^ Domenica di Quaresima

Dal Vangelo secondo Marco (Mc 1,12-15)

In quel tempo, lo Spirito sospinse Gesù nel deserto e nel deserto rimase quaranta giorni, tentato da Satana. Stava con le bestie selvatiche e gli angeli lo servivano. Dopo che Giovanni fu arrestato, Gesù andò nella Galilea, proclamando il vangelo di Dio, e diceva: «Il tempo è compiuto e il regno di Dio è vicino; convertitevi e credete nel Vangelo».

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

Lo Spirito spinge Gesù nel deserto. Il deserto è il luogo dell’incontro con Dio, ma è anche della tentazione da parte di Satana, che vuole impedire l’incontro con Dio. Gli angeli aiutano Gesù nella lotta contro Satana, perché lo aiutano a stare  con Dio. Satana da sempre cerca di distogliere l’uomo da Dio per asservirlo a se. Lui sa quando Dio ami l’uomo; il boccone prelibato di Satana è far diventare l’uomo suo adoratore, sottraendolo a Dio.
Fratelli della Comunità La Nuova Gerusalemme amici carissimi, convertiamoci! Questa quaresima sia il tempo della presenza a Dio dentro di noi, per cui diciamo sempre sì a lui. Come conclusione, ognuno di noi sviluppi la vita interiore, il lavoro intimo dentro di se. Questo lavoro si traduce in un dialogo continuo con Dio in cui tu senti che lui ti chiama e tu gli dici il tuo continuo sì.
Vi esorto molto a lavorare dentro di voi. Ci possono essere situazioni esteriori che possono metterci un po’ troppo alla prova, ma la prima causa dobbiamo andarla a cercare sempre dentro di noi in modo da riprendere il nostro sì al Signore.
Provate a lavorare dentro di voi, in profondità in questo dialogo intimo con Dio, in questa cella interiore dove ci incontriamo con lui ed insieme a lui affrontiamo la nostra vita. – Amen