Quanti lo toccavano venivano salvati.

Lunedì V Settimana del Tempo Ordinario

Dal Vangelo secondo Marco (Mc 6,53-56)
 
 In quel tempo, Gesù e i suoi discepoli, compiuta la traversata fino a terra, giunsero a Gennèsaret e approdarono.
Scesi dalla barca, la gente subito lo riconobbe e, accorrendo da tutta quella regione, cominciarono a portargli sulle barelle i malati, dovunque udivano che egli si trovasse.
E là dove giungeva, in villaggi o città o campagne, deponevano i malati nelle piazze e lo supplicavano di poter toccare almeno il lembo del suo mantello; e quanti lo toccavano venivano salvati.

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

Gesù è il primo povero di Jahweh. Egli sente in se l’umiliazione dei figli di Dio che si sentono trattati come bestie, sente in sé la sete profonda dei tantissimi poveri di Jahweh che vogliono vedere il Padre, capirlo, amarlo, viverlo. I poveri appartengono alla categoria dei disperati, dei maledetti.
Gesù gli accoglie, rivela loro vero volto del Padre, li rassicura che il Padre stesso li ama. E tu, verso coloro che cercano il volto di Dio, glielo manifesti o lo nascondi?