«Il Figlio dell’uomo ha il potere di perdonare i peccati sulla terra».

Venerdì I Settimana del Tempo Ordinario

Dal Vangelo secondo Marco (Mc 2,1-12)

Gesù entrò di nuovo a Cafàrnao, dopo alcuni giorni. Si seppe che era in casa e si radunarono tante persone che non vi era più posto neanche davanti alla porta; ed egli annunciava loro la Parola.
Si recarono da lui portando un paralitico, sorretto da quattro persone. Non potendo però portarglielo innanzi, a causa della folla, scoperchiarono il tetto nel punto dove egli si trovava e, fatta un’apertura, calarono la barella su cui era adagiato il paralitico. Gesù, vedendo la loro fede, disse al paralitico: «Figlio, ti sono perdonati i peccati».
Erano seduti là alcuni scribi e pensavano in cuor loro: «Perché costui parla così? Bestemmia! Chi può perdonare i peccati, se non Dio solo?». E subito Gesù, conoscendo nel suo spirito che così pensavano tra sé, disse loro: «Perché pensate queste cose nel vostro cuore? Che cosa è più facile: dire al paralitico “Ti sono perdonati i peccati”, oppure dire “Àlzati, prendi la tua barella e cammina”? Ora, perché sappiate che il Figlio dell’uomo ha il potere di perdonare i peccati sulla terra, dico a te – disse al paralitico –: àlzati, prendi la tua barella e va’ a casa tua».
Quello si alzò e subito prese la sua barella, sotto gli occhi di tutti se ne andò, e tutti si meravigliarono e lodavano Dio, dicendo: «Non abbiamo mai visto nulla di simile!».

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

Il peccato non è altro che voltare le spalle a Dio, come se noi potessimo vivere senza di lui. Il peccato è l’assurdo dell’uomo perché non esiste un essere che non cerchi il bene, la gioia e quando pecca compie l’assurdo, perché fa l’opposto. Dio che ha creato l’uomo per la sua gioia, la pienezza, la trasparenza e l’unità profonda con sé, non può non volere che l’uomo lo raggiunga, e quindi lo insegue. Mentre l’uomo si allontana da Dio, Dio si fa sempre più vicino a lui.
Gesù prima di guarire il paralitico disse: «ti sono rimessi i tuoi peccati». A cosa serve infatti ridarti l’uso delle gambe, se non guarisci dal peccato e rimani immerso in esso?». Mentre il popolo al tempo di Gesù si aspettava la liberazione dai romani, Gesù porta la liberazione dal peccato.
Anche tu, ovunque tu sia, sei riconciliato! Fai vedere quel Gesù che gli uomini aspettano, condividilo! – Amen