Convertitevi e credete nel Vangelo.

Lunedì I Settimana del Tempo Ordinario

Dal Vangelo secondo Marco (Mc 1,14-20)

Dopo che Giovanni fu arrestato, Gesù andò nella Galilea, proclamando il vangelo di Dio, e diceva: «Il tempo è compiuto e il regno di Dio è vicino; convertitevi e credete nel Vangelo».
Passando lungo il mare di Galilea, vide Simone e Andrea, fratello di Simone, mentre gettavano le reti in mare; erano infatti pescatori. Gesù disse loro: «Venite dietro a me, vi farò diventare pescatori di uomini». E subito lasciarono le reti e lo seguirono.
Andando un poco oltre, vide Giacomo, figlio di Zebedeo, e Giovanni suo fratello, mentre anch’essi nella barca riparavano le reti. Subito li chiamò. Ed essi lasciarono il loro padre Zebedeo nella barca con i garzoni e andarono dietro a lui.

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

Mentre cammina lungo la riva del mare di Galilea, Gesù incontra prima Pietro e Andrea, e poi Giacomo e Giovanni, figli di Zebedeo; insieme avevano fatto una cooperativa di pescatori. Il Signore, guardandoli, li chiama: «Venite con me, vi farò pescatori di uomini».
Anche a tanti di voi è avvenuto così; Gesù vi ha detto: «Questo lavoro lo possono fare anche altri; a te ho dato questa vocazione. Lascia e vai. Dai, ti mando io!».  Allora in quel momento non pensi più a niente: se sei capace o se non sei capace ti chiederai solo: «Lo vuole il Signore? Sì. Basta! Sono sicuro che io farò quello che lui vuole da me». Gesù aveva tanti discepoli e tra questi ne ha scelto dodici. In certi momenti, in seguito, si sono avute anche delle crisi, persino in modo accentuato, ma il Signore interveniva sempre abbastanza deciso: «Non voi avete scelto me, ma io ho scelto voi». Proprio per questo il Signore grida: «Vi fidate di me, si o no?». Allora coraggio, fratelli carissimi, con fede rinnoviamo il nostro «SI» al Signore, lui ci aprirà la strada secondo la  vocazione che ci è stata donata. – Amen