«Io vi ho battezzato con acqua, ma egli vi battezzerà in Spirito Santo».

II Domenica di Avvento

Dal Vangelo secondo Marco (Mc 1, 1-8)

Inizio del vangelo di Gesù, Cristo, Figlio di Dio.
Come sta scritto nel profeta Isaìa:
«Ecco, dinanzi a te io mando il mio messaggero: egli preparerà la tua via.
Voce di uno che grida nel deserto: Preparate la via del Signore, raddrizzate i suoi sentieri», vi fu Giovanni, che battezzava nel deserto e proclamava un battesimo di conversione per il perdono dei peccati.
Accorrevano a lui tutta la regione della Giudea e tutti gli abitanti di Gerusalemme. E si facevano battezzare da lui nel fiume Giordano, confessando i loro peccati.
Giovanni era vestito di peli di cammello, con una cintura di pelle attorno ai fianchi, e mangiava cavallette e miele selvatico. E proclamava: «Viene dopo di me colui che è più forte di me: io non sono degno di chinarmi per slegare i lacci dei suoi sandali. Io vi ho battezzato con acqua, ma egli vi battezzerà in Spirito Santo».

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

Giovanni era “tosto”, sia per la vita dura che conduceva, sia per il richiamo che faceva alla gente che accorreva a  lui da tutta la regione della Giudea e dalla capitale Gerusalemme. Giovanni  come prepara la via a Gesù? Come voce che grida nel deserto: «Preparate la via al Signore, raddrizzate i vostri sentieri».
Chi si sentiva toccato nel cuore, come segno visibile del pentimento interiore dei suoi peccati e dell’avvenuta conversione, si faceva battezzare da Giovanni nel fiume Giordano. Era un battesimo di acqua; non rinnovava l’uomo con il dono di una nuova vita, era solo il segno del battesimo nello Spirito Santo che avrebbe poi dato Gesù.
E’ necessario che riscopriamo la portata vitale dell’evento dell’incarnazione e ci prepariamo ad accogliere di nuovo il Signore, venuto in mezzo a noi perché abbiamo  «vita e vita abbondante». In questo cammino di riscoperta, ci guida la Vergine Maria, Madre di Gesù e Madre nostra. – Amen