«Erode sentì parlare di tutti questi avvenimenti e non sapeva che cosa pensare».

Giovedì XXV Settimana del Tempo Ordinario

Dal Vangelo secondo Luca (Lc 9, 7-9)

In quel tempo, il tetràrca Erode sentì parlare di tutti questi avvenimenti e non sapeva che cosa pensare, perché alcuni dicevano: «Giovanni è risorto dai morti», altri: «È apparso Elìa», e altri ancora: «È risorto uno degli antichi profeti».
Ma Erode diceva: «Giovanni, l’ho fatto decapitare io; chi è dunque costui, del quale sento dire queste cose?». E cercava di vederlo.

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

«Cercava di vederlo». Credo che in tutti noi ci sia una grande fame di vedere Dio. Questa fame è presente in ogni uomo, in ogni posto della terra. Ma chi ci può rivelare Dio? Nel suo infinito amore Dio, che è Padre, ha mandato suo figlio Gesù ed è lui che sazia questa fame. Andate dove volete, girate, ma alla fine arriverete a questo punto: capirete che al di fuori di Cristo non trovate la risposta a questa fame essenziale e profonda.
Anche oggi moltitudini giovani chiedono di vedere Gesù: li trovi nelle discoteche, nei pub, sui muretti mentre parlano tra di loro, nei posti più impensabili.
In te fa incontrare Gesù oggi. Quanto più ami, tanto più lo vedranno.