«Disse alla madre: «Donna, ecco tuo figlio!».

Venerdì XXIII Settimana del Tempo Ordinario

Dal Vangelo secondo Giovanni (Gv 19, 25-27)

In quel tempo, stavano presso la croce di Gesù sua madre, la sorella di sua madre, Maria madre di Clèopa e Maria di Màgdala.
Gesù allora, vedendo la madre e accanto a lei il discepolo che egli amava, disse alla madre: «Donna ecco tuo figlio!». Poi disse al discepolo: «Ecco tua madre!». E da quell’ora il discepolo l’accolse con sè

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

La misericordia di Dio è l’aspetto materno dell’amore di Dio. Dio ha voluto che una donna fosse partecipe della redenzione in maniera speciale; ha voluto una mamma perché si capisse questo aspetto materno. Infatti Maria non la troviamo molto nel Vangelo, ma solo accanto alla croce e nel cenacolo quando è disceso lo Spirito Santo.
Quando Gesù disse a Giovanni: «Ecco tua madre» e poi alla madre: «Ecco tuo figlio», c’è questa meravigliosa relazione in una comunione profonda.
Queste parole sono rivolte ad ognuno di noi, in ogni momento in cui il cammino in Gesù diventa difficile, e se corrispondiamo tutto diventa più facile.