«Maria di Màgdala andò ad annunciare ai discepoli: «Ho visto il Signore!»

Sabato XV Settimana del Tempo Ordinario

Dal Vangelo secondo Giovanni (Gv 20,1-2.11-18) 

Il primo giorno della settimana, Maria di Magdala si recò al sepolcro di mattino, quand’era ancora buio, e vide che la pietra era stata ribaltata dal sepolcro. Corse allora e andò da Simon Pietro e dall’altro discepolo, quello che Gesù amava, e disse loro: «Hanno portato via il mio Signore dal sepolcro e non sappiamo dove l’hanno posto!». Maria stava all’esterno, vicino al sepolcro, e piangeva. Mentre piangeva, si chinò verso il sepolcro e vide due angeli in bianche vesti, seduti l’uno dalla parte del capo e l’altro dei piedi, dove era stato posto il corpo di Gesù. Ed essi le dissero: «Donna, perché piangi?». Rispose loro: «Hanno portato via il mio Signore e non so dove l’hanno posto». Detto questo, si voltò indietro e vide Gesù, in piedi; ma non sapeva che fosse Gesù. Le disse Gesù: «Donna, perché piangi? Chi cerchi?». Ella, pensando che fosse il custode del giardino, gli disse: «Signore, se l’hai portato via tu, dimmi dove l’hai posto e io andrò a prenderlo». Gesù le disse: «Maria!». Ella si voltò e gli disse in ebraico: «Rabbunì!» – che significa: «Maestro!». Gesù le disse: «Non mi trattenere, perché non sono ancora salito al Padre; ma va’ dai miei fratelli e di’ loro: “Salgo al Padre mio e Padre vostro, Dio mio e Dio vostro”». Maria di Màgdala andò ad annunciare ai discepoli: «Ho visto il Signore!» e ciò che le aveva detto.

^^^^^^^^^^^^^^^^^

Maria Maddalena è al sepolcro, il suo stato d’animo è straziato dal pensiero che il corpo del Signore è stato portato via dalla tomba, per quale motivo non si sa. Maria piange; si china e vede due esseri in bianche vesti, veri angeli, seduti l’uno dalla parte del capo e l’altro dei piedi.  «Donna perché piangi?». E lei: «Hanno portato via il mio Signore e non so dove l’hanno posto». Si volta indietro e vede Gesù; ma non sa che è Gesù. Anche lui le chiede: «Perché piangi?». Ella da la stessa risposta che ha dato ai due angeli, sospettando che quello che parla possa essere stato proprio l’autore del trafugamento. Gesù la chiama come tante volte l’aveva chiamata prima della sua morte e resurrezione: «Maria» e lei lo riconosce. La sua tenerezza di padre la commuove. Si sente figlia che è nel suo cuore.
Solo la tenerezza di Dio ci fa sentire suoi figli; la tenerezza vissuta gli uni per gli altri fa sentire che si è famiglia di Dio. – Gli altri trovano in te la tenerezza di Dio?