Parola del giorno: «Strada facendo, predicate, dicendo che il regno dei cieli è vicino».

Mercoledì XIV Settimana del Tempo Ordinario

Dal Vangelo secondo Matteo  (Mt.10,1-7)

In quel tempo, chiamati a sé i suoi dodici discepoli, Gesù diede loro potere sugli spiriti impuri per scacciarli e guarire ogni malattia e ogni infermità.
I nomi dei dodici apostoli sono: primo, Simone, chiamato Pietro, e Andrea suo fratello; Giacomo, figlio di Zebedèo, e Giovanni suo fratello; Filippo e Bartolomeo; Tommaso e Matteo il pubblicano; Giacomo, figlio di Alfeo, e Taddeo; Simone il Cananeo e Giuda l’Iscariota, colui che poi lo tradì.
Questi sono i Dodici che Gesù inviò, ordinando loro: «Non andate fra i pagani e non entrate nelle città dei Samaritani; rivolgetevi piuttosto alle pecore perdute della casa d’Israele. Strada facendo, predicate, dicendo che il regno dei cieli è vicino».

Commento di Suor Doriana
Matteo in questo brano ci mostra alcune dimensioni essenziali della Chiesa. È convocata da Cristo Gesù, non è una libera associazione ma è una convocazione divina. È apostolica poiché poggia sui Dodici apostoli che di generazione in generazione tramandano l’autenticità della fede e dei contenuti della fede. La predicazione è fatta a tutti coloro che si mettono nella condizione di accogliere per mezzo di un atteggiamento di apertura e di accoglienza sincera.