Parola del giorno: «Ecco, noi abbiamo lasciato tutto e ti abbiamo seguito; che cosa dunque ne avremo?».  

Martedì XIV Settimana del Tempo Ordinario

Dal Vangelo secondo Matteo  (Mt 19,27-29)

In quel tempo, Pietro, disse a Gesù: «Ecco, noi abbiamo lasciato tutto e ti abbiamo seguito; che cosa dunque ne avremo?».
E Gesù disse loro: «In verità io vi dico: voi che mi avete seguito, quando il Figlio dell’uomo sarà seduto sul trono della sua gloria, alla rigenerazione del mondo, siederete anche voi su dodici troni a giudicare le dodici tribù d’Israele. Chiunque avrà lasciato case, o fratelli, o sorelle, o padre, o madre, o figli, o campi per il mio nome, riceverà cento volte tanto e avrà in eredità la vita eterna».

Commento di Suor Doriana
L’incontro e il conseguente seguire Gesù provoca una conversione radicale nella relazione con le cose e con i legami affettivi. C’è un modo nuovo di vivere che scaturisce dal rapporto unico e insostituibile con il Signore, con Gesù Cristo il Figlio di Dio. Noi non lasciamo nulla perché nulla ci appartiene, tutto ci viene donato. Accogliere tutto come dono rende liberi come il Figlio, che nel Padre e dal Padre tutto riceve e accoglie.