Parola del giorno:  «va’ invece a mostrarti al sacerdote».

Venerdì XII settimana del Tempo Ordinario

Dal vangelo secondo Matteo (Mt 8, 1-4)

Quando Gesù scese dal monte, molta folla lo seguì.
Ed ecco, si avvicinò un lebbroso, si prostrò davanti a lui e disse: «Signore, se vuoi, puoi purificarmi».
Tese la mano e lo toccò dicendo: «Lo voglio: sii purificato!». E subito la sua lebbra fu guarita.
Poi Gesù gli disse: «Guàrdati bene dal dirlo a qualcuno; va’ invece a mostrarti al sacerdote e presenta l’offerta prescritta da Mosè come testimonianza per loro».

Commento di Suor Doriana
Il dialogo tra Gesù e il lebbroso contiene un verbo importante e fondamentale per la relazione con Dio, capace di portare frutto: volere. Al lebbroso che dice a Gesù “se vuoi puoi guarirmi”, abbiamo la risposta di Gesù:”lo voglio”. C’è il riconoscimento della volontà di Dio come una volontà volta al compimento del vero Bene dell’uomo. Dio vuole guarirci e può farlo, ma attende che gli riconosciamo questo potere, non lo impone ma lo offre. Gesù noi sappiamo che tu puoi guarirci, liberarci, intervenire in ogni situazione di necessità. Ma con fiducia te lo chiediamo: se vuoi tu lo puoi fare. Agisci nella nostra vita, secondo le nostre necessità perché possiamo testimoniare con rinnovato amore che tu sei il nostro Dio, il nostro Salvatore.