Parola del giorno: «Tu sei il Cristo Figlio del Dio vivente».

Giovedì XII Settimana del Tempo Ordinario

Solennità dei Santi Pietro e Paolo

Dal vangelo secondo Giovanni.

Dopo che si fu manifestato risorto ai suoi discepoli, quand’ebbero mangiato, Gesù disse a Simon Pietro: «Simone, figlio di Giovanni, mi ami più di costoro?». Gli rispose: «Certo, Signore, tu lo sai che ti voglio bene». Gli disse: «Pasci i miei agnelli».
Gli disse di nuovo, per la seconda volta: «Simone, figlio di Giovanni, mi ami?». Gli rispose: «Certo, Signore, tu lo sai che ti voglio bene». Gli disse: «Pascola le mie pecore».
Gli disse per la terza volta: «Simone, figlio di Giovanni, mi vuoi bene?». Pietro rimase addolorato che per la terza volta gli domandasse «Mi vuoi bene?», e gli disse: «Signore, tu conosci tutto; tu sai che ti voglio bene». Gli rispose Gesù: «Pasci le mie pecore. In verità, in verità io ti dico: quando eri più giovane ti vestivi da solo e andavi dove volevi; ma quando sarai vecchio tenderai le tue mani, e un altro ti vestirà e ti porterà dove tu non vuoi». Questo disse per indicare con quale morte egli avrebbe glorificato Dio. E, detto questo, aggiunse: «Seguimi».

Testimoniare l’amore al Signore è lasciare che possa condurci come lui voglia, senza distogliere lo sguardo dalla nostra unicità con lui. Amare il Signore è abbandonarsi totalmente a ciò che lui permette nella nostra vita con la certezza che solo così potremmo collaborare per il bene della Chiesa.