Parola del giorno: «chi si vergognerà di me…..anche il Figlio dell’uomo si vergognerà di lui».

Venerdì – VI settimana del Tempo Ordinario 

Dal Vangelo secondo Marco (Mc 8, 34-39 ) 

In quel tempo, convocata la folla insieme ai suoi discepoli, Gesù disse loro:
Se qualcuno vuol venire dietro a me, rinneghi se stesso, prenda la sua croce e mi segua. Perché chi vuole salvare la propria vita, la perderà; ma chi perderà la propria vita per causa mia e del Vangelo, la salverà.
Infatti quale vantaggio c’è che un uomo guadagni il mondo intero e perda la propria vita? Che cosa potrebbe dare un uomo in cambio della propria vita?
Chi si vergognerà di me e delle mie parole davanti a questa generazione adultera e peccatrice, anche il Figlio dell’uomo si vergognerà di lui, quando verrà nella gloria del Padre suo con gli angeli santi».   Diceva loro: «In verità io vi dico: vi sono alcuni, qui presenti, che non morranno prima di aver visto giungere il regno di Dio nella sua potenza».  

Commento di Suor Doriana
Le parole di Gesù, come ogni giorno, ci interpellano e ci chiedono delle scelte concrete e precise. Chi vuol seguirlo deve rinnegare se stesso. Cosa significa? Cosa comporta? Rinnegare è la capacità di sapersi dire dei no o dei sì, non in base ai nostri gusti, desideri, bisogni, ma solo alla luce della persona di Gesù, di ciò che fa, dice e chiede. Lui è la nostra verità, la nostra via, la nostra vita. È lui il Maestro che ci dice con la sua stessa vita come si può salvare e realizzare pienamente la nostra vita di uomini e donne. Ci insegna e ci mostra che per salvare la vita bisogna avere  il coraggio di tagliare con tutto ciò che non dà vita. Aggiunge senza compromessi o mezze misure che la generazione, ogni generazione, che non accoglie il Signore è una generazione adultera e peccatrice. Dove ci collochiamo noi? Per chi viviamo? Come viviamo? Sono domande che non possono essere eluse, pena il non essere riconosciuti da Dio Padre come suoi figli, perché il Figlio si vergognera’ di noi.

Non basta dirsi cristiani se a tale affermazione non seguono scelte concrete di tagliare con ogni forma di adulterio e di peccato.
Invochiamo la sapienza e la forza dello Spirito Santo che ci rendi capaci ogni giorno di rimetterci in cammino spirituale per  sapersi donare come il Figlio nella verità di Dio.