Parola del giorno: “perché stessero con lui e per mandarli a predicare”

Venerdì – 2a settimana del Tempo Ordinario

Gesù chiama quelli che Egli volle. Bellissima espressione che dice la ricchezza della vocazione specifica del ministero ordinato. I sacerdoti sono uomini, pur con i loro limiti e fragilità, scelti da Gesù, e questo è segno di una speciale predilezione. Li sceglie perché stiano con lui e perché predicando possano liberare dal maligno. Essere con Gesù per essere come Gesù. Oggi in atteggiamento di profonda gratitudine facciamo anche noi una lista di tutti i nomi dei sacerdoti che abbiamo conosciuto, incontrato, che ci hanno dato i Sacramenti. Non fermiamoci se nella lista può comparire il nome di Giuda, pensiamo che Gesù lo ha amato fino alla fine.

Dal Vangelo secondo Marco  (Mc 3, 13-19) 

 In quel tempo, Gesù salì sul monte, chiamò a sé quelli che voleva ed essi andarono da lui. Ne costituì Dodici – che chiamò apostoli –, perché stessero con lui e per mandarli a predicare con il potere di scacciare i demòni.
Costituì dunque i Dodici: Simone, al quale impose il nome di Pietro, poi Giacomo, figlio di Zebedèo, e Giovanni fratello di Giacomo, ai quali diede il nome di Boanèrghes, cioè “figli del tuono”; e Andrea, Filippo, Bartolomeo, Matteo, Tommaso, Giacomo, figlio di Alfeo, Taddeo, Simone il Cananeo e Giuda Iscariota, il quale poi lo tradì.  

Commento di  Suor Doriana