Parola del giorno “si gettavano su di lui per toccarlo”

Giovedì – 2° settimana del Tempo Ordinario

 Oggi il Vangelo ci mostra Gesù cercato da tutti e da tutti toccato per essere guariti. Gesù però si ritira e sale su una barca per non essere schiacciato, sembra quasi che voglia ritrarsi per non dare spazio ad equivoci. Cercare Gesù, desiderare di incontrarlo non può avere come finalità risolvere una propria necessità. Gesù Cristo è la vita degli uomini, ma anche la verità e la via. È il nostro Maestro e Signore che con la sua Parola ridona luce, vita e forza. Andiamo anche noi da lui, oggi, non per chiedere o per ottenere ma per ringraziarlo del Suo Amore, della sua Presenza, di ciò che è per la nostra vita.

Dal Vangelo secondo Marco  (Mc 3, 7-12)  

In quel tempo, Gesù, con i suoi discepoli si ritirò presso il mare e lo seguì molta folla dalla Galilea. Dalla Giudea e da Gerusalemme, dall’Idumea e da oltre il Giordano e dalle parti di Tiro e Sidòne, una grande folla, sentendo quanto faceva, andò da lui.
Allora egli disse ai suoi discepoli di tenergli pronta una barca, a causa della folla, perché non lo schiacciassero. Infatti aveva guarito molti, cosicché quanti avevano qualche male si gettavano su di lui per toccarlo.
Gli spiriti impuri, quando lo vedevano, cadevano ai suoi piedi e gridavano: «Tu sei il Figlio di Dio!». Ma egli imponeva loro severamente di non svelare chi egli fosse. 

Commento di Suor Doriana