Parola del giorno: “e vide e credette”

Martedì – San Giovanni Apostolo e Evangelista

Il primo giorno della settimana, è il primo tra i discepoli che credette nel risorto senza averlo visto. Che cosa vide di così importante che lo ‘costrinse’ a credere? Non certo il corpo di Gesù e neppure il suo volto, che – di sicuro – teneva ben stampato, nella sua mente e nel suo cuore, compresi – a seguito delle ultime vicende – i segni della passione e della morte impressi su di esso. Che cosa vide, allora? La stessa cosa che aveva visto Pietro: dei teli posati là ed il sudario piegato in disparte. A credere lo spinsero proprio i teli, non disfatti ma semplicemente afflosciati, come se il corpo se ne fosse uscito lasciandoli integrali, senza neppure srotolarli. La firma di Dio che solo poteva farlo!

 Dal Vangelo secondo Giovanni  (Gv 20,2-8)

Il primo giorno della settimana, Maria di Màgdala corse e andò da Simon Pietro e dall’altro discepolo, quello che Gesù amava, e disse loro: «Hanno portato via il Signore dal sepolcro e non sappiamo dove l’hanno posto!». Pietro allora uscì insieme all’altro discepolo e si recarono al sepolcro. Correvano insieme tutti e due, ma l’altro discepolo corse più veloce di Pietro e giunse per primo al sepolcro. Si chinò, vide i teli posati là, ma non entrò.  Giunse intanto anche Simon Pietro, che lo seguiva, ed entrò nel sepolcro e osservò i teli posati là, e il sudario – che era stato sul suo capo – non posato là con i teli, ma avvolto in un luogo a parte. Allora entrò anche l’altro discepolo, che era giunto per primo al sepolcro, e vide e credette.

Suor Doriana