Parola del giorno: “non siete voi a parlare, ma è lo Spirito del Padre vostro che parla in voi”

Lunedì – Santo Stefano Primo Martire 

Le parole di oggi, dopo la giornata del Santo Natale, ci aiutano a rimanere nella realtà per non vivere in modo idealistico o emotivo il Natale. Accogliere Cristo Gesù e vivere la fede in Lui è il dono più grande che Dio Padre possa averci fatto ma richiede che lo comprendiamo per non scandalizzarci o rimanere delusi. Non siamo al riparo delle difficoltà e delle prove, anzi ma abbiamo però una certezza siamo assistiti dallo Spirito Santo e con la perseveranza salveremo le nostre anime. Nell’oggi e per sempre rinnoviamo la nostra adesione e fiducia al Signore della vita e della storia.

Dal Vangelo secondo Matteo. (Mt 10,17-22)

In quel tempo, Gesù disse ai suoi apostoli:
«Guardatevi dagli uomini, perché vi consegneranno ai tribunali e vi flagelleranno nelle loro sinagoghe; e sarete condotti davanti a governatori e re per causa mia, per dare testimonianza a loro e ai pagani.
Ma, quando vi consegneranno, non preoccupatevi di come o di che cosa direte, perché vi sarà dato in quell’ora ciò che dovrete dire: infatti non siete voi a parlare, ma è lo Spirito del Padre vostro che parla in voi.
Il fratello farà morire il fratello e il padre il figlio, e i figli si alzeranno ad accusare i genitori e li uccideranno. Sarete odiati da tutti a causa del mio nome. Ma chi avrà perseverato fino alla fine sarà salvato».
Suor Doriana