Parola del giorno: “Si trovò incinta per opera dello Spirito Santo”

4a Domenica di Avvento  A

Si trovò incinta…     Non tocca a noi spiegare, e neanche pretendere di capire, come questo avvenne. Ma è di aiuto alla nostra fede – e per di più dobbiamo farcelo bastare – sapere quello che Maria seppe, in maniera assolutamente inaspettata, in quello stesso istante in cui l’arcangelo la portò a conoscenza del disegno divino che la voleva madre senza l’apporto umano.

Uscì dalle sue labbra una domanda, ma solo per far tacere la natura, perché dentro di sé da sempre coltivava – lo aveva scelto, ed era la sua vita – di fare sempre e tutta la volontà di Dio, senza mai dirgli NO, qualunque fosse il prezzo.. Per questo alla risposta, umanamente assurda, che l’angelo le diede, senza capirla troppo Maria disse di SI. Trovando la gioia sua più grande nell’Eccomi detto Dio, senza condizioni.

Il Figlio venne dopo.

Dal Vangelo secondo Matteo  (Mt 1,18-24)               
Così fu generato Gesù Cristo: sua madre Maria, essendo promessa sposa di Giuseppe, prima che andassero a vivere insieme si trovò incinta per opera dello Spirito Santo. Giuseppe suo sposo, poiché era uomo giusto e non voleva accusarla pubblicamente, pensò di ripudiarla in segreto.
Però, mentre stava considerando queste cose, ecco, gli apparve in sogno un angelo del Signore e gli disse: «Giuseppe, figlio di Davide, non temere di prendere con te Maria, tua sposa. Infatti il bambino che è generato in lei viene dallo Spirito Santo; ella darà alla luce un figlio e tu lo chiamerai Gesù: egli infatti salverà il suo popolo dai suoi peccati».
Tutto questo è avvenuto perché si compisse ciò che era stato detto dal Signore per mezzo del profeta: «Ecco, la vergine concepirà e darà alla luce un figlio: a lui sarà dato il nome di Emmanuele», che significa “Dio con noi”.
Quando si destò dal sonno, Giuseppe fece come gli aveva ordinato l’angelo del Signore e prese con sé la sua sposa.